Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2019

"Morte di un giovane di belle speranze" di Jessica Fellowes

Il secondo volume della serie I delitti Mitford di Jessica Fellowesè stato una piacevole scoperta. Molto più coinvolgente rispetto al primo libro, i riferimenti forzati a persone  e cose sono andati sparendo, lasciando spazio ad un'indagine davvero intrigante e ad un finale inaspettato. Protagoniste  sono Nancy, la più grande delle sorelle, Louisa, coetanea di Nancy, assunta come aiutante per Nanny fa anche da chaperon alle sorelle maggiori durante le loro uscite londinesi e piacevolissima novità, Pamela, secondogenita dal carattere pacato e dall'acuta intelligenza.
Ho apprezzato particolarmente i riferimenti ad un preciso momento storico e l'inserimento di elementi reali, pretesto per la creazione di una trama di grande interesse. Trama che incrocia due indagini, quella relativa alla morte del giovane rampollo di una ricca famiglia, durante il compleanno di Pamela, e quella condotta dalla polizia di Londra per smascherare Alice Diamond e le sue quaranta ladrone, un'o…

27 gennaio 2019. Giornata della Memoria.

La memoria è necessaria,  dobbiamo ricordare perché le cose che si dimenticano possono ritornare:  è il testamento che ci ha lasciato Primo Levi.
Mario Rigoni Stern



I miei consigli di lettura per riflettere e non dimenticare:

"MAUS" di Art Spiegelman

"Sopravvivere e vivere" Denise Epstein

"Finchè le stelle saranno in cielo" Kristin Harmel

"Mirador. Irene Nemirovsky, mia madre." Elisabeth Gille

"Un paesaggio di ceneri" Elisabeth Gille




#giornatadellamemoria

Parete di quadri #casainpentola 🛀

Anno nuovo, nuove pareti 🎠
Sapete quanto io ami giocare con le decorazioni nella nostra casainpentola
questa volta è toccato alla parete del bagno 🛀

Enjoy ✨



My Year in Books 2018 #paroleinpentola

Mai finiti 2018

Torna la rubrica annuale sui libri Mai Finitidel 2018✨
Quest'anno i libri abbandonati sono in gran parte libri di grande successo, di quelli che si vedono su ogni pagina bookstagram, acclamati e sponsorizzati in ogni dove 😅


Tra i primi libri lasciati a metà: Ragazze elettriche, successo planetario, manifesto del femminismo e del girl power, in me ha portato grande agitazione, non riuscivo a proseguire, forse l'ho preso in mano nel momento sbagliato, non so, ho dovuto interrompere perchè non mi faceva star bene portare avanti la lettura.


Il drago verde mi ha annoiata tantissimo, le premesse parevano molto buone ma quando mi son acorta che mi stavo letteralmente trascinando la lettura ho interrotto.

La casa azzurra è stata una grande delusione. Ero nel periodo Frida, in previsione di una visita alla mostra al Mudec, ho letto un po' di tutto su di lei ma questo libro proprio non mi è piaciuto. Confusionaria la narrazione a più voci, lenta la scrittura e molto frammentata. Non…

"Riunione di famiglia" di Francesca Hornak

Quando leggerete questa recensione io e la mia famiglia saremo agli arresti domiciliari. O, meglio, agli arresti sanitari. Il 23 dicembre mia figlia Olivia Birch, dottoressa e operatrice umanitaria seriale, sarà tornata dalla Liberia, dove è impegnata a curare l'epidemia di Haag, e ci avrà costretto a restare sette giorni in quarantena. Per un'intera settimana dovremo evitare qualsiasi contatto con il mondo esterno e potremo uscire di casa solo in caso di emergenza. Se qualcuno commettesse l'errore di venirci a trovare sarebbe obbligato a restare con noi fino alla fine dell'isolamento. Sono già in corso i preparativi per la "settimana Haagorafobica", come è ormai nota in casa Birch. Amazon e Waitrose ci recapiteranno quella che già si annuncia come la spesa natalizia più abbondante d'Inghilterra.



Ho letto questo libro negli ultimi giorni del 2018, ancora immersa nello spirito natalizio ma pronta a lasciare andare l'anno passato. Il periodo è lo stesso…

Blocco.

Non riesco a metter per iscritto quel che vorrei. Mi siedo davanti alla pagina bianca, la fisso e il cervello macina mille pensieri, la lista che ho sottomano si allunga con i titoli letti a dicembre e quelli finiti in questi giorni. Ho un progetto in testa dall'anno scorso, continuo a rimuginarci sopra e spero di portarlo alla luce col nuovo anno. Ho voglia di fare, forse troppa, e sono finita in un vortice.

Spero di sbloccarmi presto e di metter in pratica tutto quel che mi frulla in testa..

Buon  nuovo anno lettori
che sia pieno di meraviglia ✨