Passa ai contenuti principali

Sentire l'Autunno.


E' arrivato l'autunno.
Ieri sera un temporale ha raffreddatto e infradiciato strade e città.
Lampi, tuoni e allarmi impazziti hanno cullato i miei sonni agitati.
Dormo sempre male quando fuori il mondo sembra esplodere.
Sta mattina, invece, mi son svegliata con il sorriso.
Quei piccoli raggi di sole che filtravano dalla tapparella erano un buon segno.
Ho preso il telefono (la macchina fotografica era troppo lontana!) e, senza occhiali, elemento molto importante per un'ipermetrope come me, e senza ciabatte, mi son avventurata sul terrazzo che fa da tetto alla casa. Il mio pigiamino estivo mi ha subito fatto capire che il numero di errori commessi era in notevole aumento ma, quel sole dorato tra le nuvole rosa, la nebbiolina sui campi dietro casa, le prime foglie gialle e l'inconfondibile profumo che permeava l'aria mi stavano annunciando che l'autunno è alle porte..

Io amo i cambi di stagione, più delle stagioni stesse.
Nulla è come un momento di passaggio.
Lo senti nell'aria, sulla pelle e anche nella testa.
Lo vedi davanti ai tuoi occhi.

Settembre porta un sacco di cose nuove.
Ricominciano le scuole e i prodotti cartoleria invadono i negozi.
I bambini, con i loro grembiulini colorati, ti attraversano sulle strisce quando passi in macchina.
Riprende il lavoro, per chi ne ha uno, e la ricerca di un lavoro, per chi è bloccato senza nulla da fare.
Gli annunci sui giornali e su internet son davvero pochi ultimamente.
Bisognerebbe inventarselo un lavoro!
Un lavoro su misura..cosa mi piace fare? Cosa potrei fare con le mie capacità, attitudini e conoscenze? Cosa sogno?
Troppo bello?
Forse si.
Io sono tra quelli che di questi tempi si pongono queste domande.
Mi rendo conto che ormai tutti potrebbero fare tutto ma nessuno è davvero qualificato per farlo.
E' difficile da spiegare, ma è così.
Io potrei fare qualsiasi cosa, sarei disposta ad imparare, ad appassionarmi e spendere del tempo, ma, c'è sempre un MA!

Ma non divaghiamo, se no perdo la vena poetica e mi intristisco ancor prima di iniziare il giro di invio di curriculum!

L'autunno e le foglie che cambiano e quella luce che fotograferei da mattina a sera. In mezzo ai boschi che profumano di terra e funghi, sui prati rugiadosi salendo ad un rifugio, tra i fili dei treni delle Nord la mattina in stazione..

La luce di questi giorni è magica, i giorni di passaggio fanno sembrare tutto possibile..

E ho intenzione, nonostante tutto, di godermeli appieno..









Commenti

  1. Tu sei una creatrice di sogni. Ecco la tua professione.
    Un benvenuto all'autunno e ai sogni da realizzare!
    Un abbraccio sincero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra un lavoro bellissimo ;)
      Ricambio l'abbraccio. Un po' mi son commossa ^^

      Elimina
  2. L'autunno è la mia stagione
    e non posso che esserne felice
    quando vedo che fà capolino
    vuol dire che è qui vicino,
    è dietro l'angolo,
    non c'è molto d'aspettare,
    ormai sta per arrivare...

    RispondiElimina
  3. Oh, quanto mi sono rispecchiata in questo post!
    Ci sono nata in settembre (sabato prossimo è il mio compleanno) e nonostante le giornate che si accorciano è il mese preferito: anch'io prima cosa in questi giorni esco a salutare le mie piantine sul terrazzo e a guardarmi attorno.
    Il lavoro ce l'ho, precario ma c'è, forse non proprio quello che desidererei potendo scegliere senza porre limiti alle possibilità.
    In bocca al lupo con la ricerca, tornerò a leggerti, piacere di averti incontrata qui. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Bisogna aver la pazienza di continuare a cercare ed apprezzare ciò che, per ora, fa parte della nostra vita. Mai disperare! :)

      Auguri per il compleanno settembrino!

      A presto, spero!

      Elimina

Posta un commento