Passa ai contenuti principali

Post

"Il Faro" di Paco Roca

Scegliamo il più distratto degli uomini immerso nelle sue più profonde fantasie, poniamolo in piedi e ci porterà, infallibilmente, verso l'acqua, se c'è acqua in quella regione.
Herman Melville Moby Dick












Il Faro è un racconto molto breve ma di grande impatto.  Ti entra dentro e sedimenta pian piano. La storia è semplice ma piena di piccoli dettagli che ne fanno un capolavoro in miniatura. Francisco è in fuga da uno scontro a fuoco, cade, sviene, non ricorda nulla. Si risveglia in un letto, come sottofondo il rumore delle onde. Una colazione ad attenderlo e una distesa azzurra fuori dalla finestra. L'incontro con Telmo, il guardiano del faro, l'uomo che l'ha salvato dall'incubo e lo riporterà pian piano alla vita, permettendogli di ricordare il passato e ricominciare a sognare un futuro.
 Impossibile rimanere indifferenti a tanta struggente bellezza.
Splendido.




Mi ha ricordato un po' Le strade di sabbia dello stesso autore.





Post recenti

"Lettere appassionate" di Frida Kahlo

Le lettere di Frida regalano una panoramica su un mondo interiore inaspettato e pieno di contraddizioni, sbalzi di umore e travolgenti passioni. Quello che si legge nelle biografie assume un significato diverso, dopo aver letto parole e pensieri usciti direttamente dalla sua penna. Il tono di Frida è sempre lo stesso, maledice la propria pigrizia nel rispondere agli amici lontani, parla dei propri malanni in tono ironico e un po' burbero, manda baci, abbracci e saluti a tutti i conoscenti comuni, spettegola e come un piccolo dittatore bloccato a letto invia ordini mascherati da richieste scherzosamente perentorie. Nelle lettere non manca mai l'amore, il sentimento che la lega indissolubilmente a Diego ma che la trascina anche tra le braccia di altri uomini affascinanti e affascinati dalla sua complessità. La politica, l'impegno civile e la difesa dell'arte sono baluardi che Frida porta avanti dalle prime lettere fino alle ultime con la stessa intensità.  Purtroppo la ra…

Marzo 🌈⛅ I preferiti I

Il primo giorno di Marzo ha nevicato. Una neve prima leggera e poi via via sempre più intensa.  Una magia. Una meraviglia. Pura gioia. Io amo la neve, soprattutto quando non crea disagi ma è solo bella da vedere e anche se i malefici Trenord mi han soppresso tutti i treni "in via preventiva".. io l'ho amata lo stesso. 




Il sabato nevoso siamo andati all'Ikea (mai mix fu più perfetto!) e abbiamo preso cornici, cose per la cucina (seguendo scrupolosamente la mia lista! Niente sgarri!) e due vasetti di meravigliosi bulbi 🌱 La voglia di primavera, ordine e rinnovo ha preso il sopravvento su di me e ora, quando guardo i miei armadietti così ordinati, sono estasiata dal risultato e anche dai magnifici narcisi, ovviamente! 


E poi è arrivato il sole! E la pioggia! E di nuovo il sole e così via in un susseguirsi di giornate calde e piacevoli e giorni di pioggia battente, ombrelli e piedi bagnati. Amo i cambi da stagione, da sempre. Mi mettono energia e voglia di fare. Mi dan…

"Tipi non comuni" di Tom Hanks

Il libro di Tom Hanks è stato una piacevole scoperta. Ci troviamo davanti una raccolta di racconti dove l'America, nelle sue varie sfaccettature, sfila come una pellicola cinematografica, sotto il nostro sguardo incantato, triste, emozionato...
Il titolo originale di questa raccolta è Uncommon Type ed è assolutamente geniale! Peccato che l'edizione italiana non abbia dato una possibilità a questo gioco di parole. Il fil rouge di questi racconti è la presenza, spesso molto discreta, di una macchina da scrivere; da qui la genialità di type, che sta a significare sia tipo che scrivere a macchina. Wow.
I racconti che ho più apprezzato sono quelli che costituiscono il corpo centrale del volume, con una speciale attrazione per Le meditazioni del mio cuore, Un mese in Greene Street e Per noi il passato è importante





Piacevole. Sorprendente.



"¡Viva la vida!" di Pino Cacucci

La pioggia... Sono nata nella pioggia. Sono cresciuta sotto la pioggia. Una pioggia fitta, sottile... una pioggia di lacrime. Una pioggia continua nell'anima e nel corpo. Sono nata con lo scroscio della pioggia battente.


Un monologo intenso, dove la voce di Frida si mescola alla pioggia e ai ricordi.
Non si puo' descrivere un libro come questo. E' troppo breve e si sciuperebbe. Va letto e assaporato in tutta la sua potenza. La figura di Frida emerge, oltre le parole, grazie alle immagini che la mente elabora. I colori abbagliano. La casa blu, gli abiti di Frida, la ballerina d'oro, gli autoritratti e i murales di Diego. E' un canto ipnotico quello che pagina dopo pagina ammalia il lettore.





Perchè Frida era così:  "una bomba avvolta in nastri di seta" come la definì Andrè Breton.





"Ti chiamo sul fisso" di Rainbow Rowell

Afferrò il vecchio telefono giallo e si piazzò sul letto con quello sulle gambe,  aspettando di riprendere fiato. "Rispondi, ti prego" pensò, immaginando i cupi occhi azzurri di Neal,  la mascella tesa, il viso pallido e tenace. "Ti prego. Ho bisogno di sentire la tua voce in questo preciso istante."




Rainbow Rowell non delude mai.
Scrittura scorrevole, sorrisi e temi che toccano il cuore.
Questo libro ha un punto di vista diverso rispetto a quelli a cui ci ha sempre abituati l'autrice. La protagonista non è un'adolescente ma una giovane donna, autrice di spassose serie tv, sposata e madre di due bambine. Facciamo un viaggio nei suoi ricordi e ci muoviamo tra presente e passato, lungo il filo della sua relazione con Neal, un tempo scorbutico disegnatore di vignette per il giornale dell'università  e ora marito casalingo e padre premuroso.
I giorni sono quelli di un assolato dicembre californiano. La famiglia è in partenza per il Nebraska. Georgie ha appena ri…

Primavera.

Primavera che tardi ad arrivare...
sappi che ti stiamo aspettando 🌷

Il blog ha sonnecchiato per un paio di settimane. In questi giorni mi sto impegnando e due recensioni sono in arrivo :) I preferiti di Marzo seguiranno a ruota e spero di fare qualche video, uno in particolare dedicato ai libri che sto leggendo su Frida Kahlo, in attesa di una visitina alla mostra allestita al Mudec :)




Febbraio💘 I preferiti I

Febbraio è passato n fretta, rapido e indolore. Ha portato giorni via via sempre più freddi e notti piene di sogni. Non siamo riusciti a fare la nostra gitina mensile sui monti a causa di giornate gelide ma confido in Marzo, anche se dalla previsioni si prospetta estremamente nevoso.




San Biagio ha segnato l'inizio del mese e l'ultima fetta dei miei amati panettoni. Una collega mi ha regalato una scatolina stracolma di dolcetti biellesi. Una sorpresa che mi ha allargato il cuore in una giornata qualunque di lavoro e corse qua e là. Mi son goduta il sole, la pioggia e le mattine gelide in attesa del treno. Abbiamo pianificato un weekend di Aprile per fuggire qualche giorno da qui e , il prossimo mese, una cena di compleanno per la nipotina quasi seienne. Abbiamo cenato con amici e passeggiato nel nostro bel parco a due passi da casa. Ci siamo regali tempo per Noi, cenette a due sul divano e cappuccini pieni di cuori.







Febbraio non mi ha portato letture degne di nota,
ma i libri …

"L'assassinio di Florence Nightingale Shore - I delitti Mitford" di Jessica Fellowes

Ho preso in biblioteca questo libro incuriosita dall'autrice, Jessica Fellowes, nipote del più famoso Julian (autore della serie tv Downton Abbey), dall'ambientazione e dal collegamento a Nancy Mitford. Nonostante la scorrevolezza e la voglia di continuare a leggere, le prime pagine mi han fatto storcere leggermente il naso per riferimenti, non necessari, a luoghi o nomi che creavano inevitabili rimandi ad altre storie ed autori. A parte questi primi inutili riferimenti che vanno sparendo man mano che la storia si dipana, l'unico altro punto interrogativo rimane per me la presenza ed il coinvolgimento della Fam. Mitford e della futura scrittrice Nancy. Non riesco a comprendere questa scelta ma spero di poter trovare delle risposte nei prossimi volumi di questa serie, o nei lbri della Mitford che, caso vuole, ho acquistato tempo fa alla mia bancarella dell'usato.
Il libro nel suo complesso si è rivelato una piacevole lettura. Scorrevole, intrigante e ben orchestrato. L…

All You Need is Love #ValentineBookList #3

Nella giornata degli innamorati
terza edizione della ValentineBookList 📚💖
una carrellata di libri a lieto fine
non troppo mielosi
ma pieni d'ammore! 💘








E' stato amore a prima vista per gli Snowbaz. 
Un mondo fantasy, due acerrimi nemici e una bruciante passione.Carry On di Rainbow Rowell

Il bello di Fangirl è che nulla ha di eclatante, non segue i tracciati standard della favola romantica. I protagonisti sono pieni di pregi ma anche di difetti che non tentano di nascondere. Le cose succedono alla maniera della vita vera. Senza copione.
"Fangirl" di Rainbow Rowell


Questo libro è una carezza, un balsamo per il cuore.
Il libro perfetto per gli amanti dei libri, i lettori voraci e quelli che ancora sognano perdersi tra gli scaffali di piccole e meravigliose librerie, magari come librai dal magico intuito nella ricerca del libro perfetto. "La libreria di zia Charlotte" di Thomas Montasser


E'impossibile non amare ogni sfumatura di questa Vani
ogni pensiero, ogni pezze…