Passa ai contenuti principali

Post

"Un caso speciale per la ghostwriter" di Alice Basso

Perché la verità è che ogni storia, la più modesta come la più avventurosa, la più divertente come la più intensa, la più realistica come la più folle, è destinata a farsi poltiglia, e concime, e terra. 
Le storie, bisogna prepararsi a salutarle.



Ho chiuso questo libro in lacrime. Commossa ma felicemente appagata da questo addio. Alice Basso ci ha regalato una serie splendida con una protagonista unica, trame sempre coinvolgenti e mai banali, richiami colti e parentesi estremamente divertenti. Non parlerò di questo volume per non rovinarne la lettura, quello che mi permetto di dire è che un finale così perfetto non mi era mai capitato tra le mani e vale l'attesa e l'attaccamento che si è creato con questo universo e i suoi personaggi. Splendidamente perfetto.


qui la videorecensione :)








Post recenti

UMBERTO di Holdenaccio

Questa graphicnovel  ha un grandissimo pregio, con tratti semplici e parole garbate, tratta di argomenti importanti come l'ambiente, la libertà, la discriminazione, l'odio, la propaganda, la resistenza e l'amicizia. Adatto a lettori adulti ma soprattutto a giovani lettori ai quali proporre una storia godibile dalla quale però emergono tratti imprescindibili nella formazione di una propria coscienza ambientale e sociale. Perfetto per questi tempi di profondi mutamenti.


Il nostro protagonista, Umberto, è un uraniano a cui viene affidata un'importante missione per la liberazione del suo pianeta. E' un tipo buffo, un po' distratto ma dal grande cuore. Questo gli permette di farsi subito degli amici sulla terra e grazie a loro di salvare non uno ma ben due pianeti dall'odio e dalla distruzione reciproca. Unica pecca di questa lettura è la velocità con cui si arriva alla conclusione, manca di colpi di scena e azioni dirompenti. Il ritmo è sereno, fluido e porta …

"più donne che uomini" di Ivy Compton Burnett

E' stato molto faticoso superare le cento pagine di questo libro. Un interminabile flusso di dialoghi, spesso privi di grandi contenuti, si trascinano fino ad un immaginario giro di boa dove l'azione subentra. La calma piatta che caratterizza la quotidianità e le relazioni nella vita di Josephine viene stravolta dall'arrivo di una vecchia amica e dalle implicazioni sentimentali che porta con sè questa donna riemersa dal passato. Sarà però un tragico incidente, a dare il via al collasso di un intero sistema basato su imponenti pilastri di bugie, ipocrisie e falsi sentimenti. La protagonista è l'emblema di questa capacità di manipolare la realtà e le persone grazie ad un'apparente totale dedizione all'altro. Una donna di carattere, intelligente e calcolatrice, nascosta dietro ad un'apparenza dimessa che fa di lei il cigno in mezzo ad un pollaio di chioccianti galline. La si odia e la si ammira, a volte genera compassione ma subito dopo il sentimento muta, al…

Tre giorni in SudTirol - Trentino Alto Adige #VIDEO 📽

Tre giorni un po' piovosi (dovremo tornare ad ammirare le Odle in tutta la loro magnificenza) tra Funes, Brunico, Bressanone e Braies. Siamo stati anche a Bolzano e al ritorno abbiamo fatto la strada panoramica delle Dolomiti, passando per un innevato Passo Sella *_* ma ero troppo presa e ci sono solo delle storie su instagram a testimoniare l'impresa ;)

Qui sotto il video :)


"Il castello delle stelle" di Alex Alice

Fin dove siete disposto ad andare?


Una splendida graphic novel che mescola fantasia, storia e sogni in una travolgente carrellata di avventurosi colpi di scena, correlati da splendide immagini di grande impatto visivo ed emozionale.



Siamo alla fine dell'800, uno strano spaccato temporale dove la Prussia spadroneggia sull'Europa, alcuni uomini studiano la possibilità di viaggi intergalattici spinti dall'energia dell'etere e spie si insinuano in luoghi apparentemente sonnolenti tra i boschi bavaresi per carpirne i segreti. In un castello nascosto tra distese boschive, un uomo cova il sogno di raggiungere l'etere e il terrore di consegnare questo segreto a forze che lo userebbero solo per armare i cieli. Chiama al suo servizio uno scienziato e suo figlio, gli unici che fin'ora hanno ottenuto risultati in questa direzione. Seraphin e suo padre si troveranno coinvolti in un'avventura incredibile, rischieranno di morire, smarrirsi e perdere la speranza, oltre all…

POST PINK {Antologia di fumetto femminista} - AA.VV.

Nove racconti che affrontano con personali visioni, diverse sfaccettature dell'essere donna nei secoli. Sono brevissimi stralci di quadri che immaginiamo molto più grandi e complessi. Non sono grandi imprese quelle che troviamo in queste pagine ma piccole rivoluzioni quotidiane vicine ad ognuna di noi. Personalmente ho apprezzato l'idea, alcuni racconti e alcuni stili, altri meno, non per il significato che vogliono trasmettere ma per il modo in cui è stato sviluppato. Mi aspettavo una lettura di maggior impatto e coinvolgimento emotivo, purtroppo invece non mi è particolarmente rimasta dentro.








"Il gusto del paradiso" di Nine Antico

Mi chiamo Virginie. Un nome con troppe iiiii. Suona vezzoso.






Tratto spigoloso e all'apparenza incompleto, bianco e nero che sottolinea le ombre e le luci di un'adolescenza anni'90. La protagonista, Virginie, cresce con noi, sperimenta, sogna, scoppia di felicità e muore di tristezza. C'è un po' di ognuno di noi in queste pagine, ci sono spaccati di vita così vicini alla realtà da sembrare fotografie di un tempo in cui non tutto era condiviso e condivisibile, di cui pochi scatti rimangono sepolti nelle scatole dei ricordi e dove il mistero era ancora parte della crescita e delle relazioni. Una narrazione che porta il lettore indietro nel tempo, tra un sorriso nostalgico e un po' di amara consapevolezza di ciò che non sarà più per le generazioni future.
Un viaggio nei ricordi.






"Gatti neri Cani bianchi. Reminiscenze parigine." di Vanna Vinci

Vanna Vinci ci conduce in un onirico viaggio tra le vie di Parigi.

Gilla è una bella ragazza italiana annoiata dalla quotidianità e dallo stile di vita del suo fidanzato e del suo gruppo di amici. Alla morte della nonna chiede alla madre di poter lasciare l'Italia per trasferirsi a Parigi. A rendere possibile il trasferimento interviene Cicci, amica di gioventù della madre, donna libera e forte, sessantottina eccentrica e acculturata. Accoglie Gilla come una figlia a cui lascia tutta la libertà di vivere la città, le amicizie, l'amore e i propri turbamenti senza interventi o forzature.



La permanenza parigina di Gilla si colora di apparizioni, sogni e stralci di passato che abitano il presente dando una luce diversa alle sue azioni e ai suoi pensieri. E' un viaggio molto particolare quello in cui l'autrice ci conduce.
I disegni e i colori utilizzati sono splendidi, Parigi è più reale che mai, Gilla è la rappresentazione di un momento di passaggio affrontato da ognuno d…