Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2019

"Il gusto del paradiso" di Nine Antico

Mi chiamo Virginie. Un nome con troppe iiiii. Suona vezzoso.






Tratto spigoloso e all'apparenza incompleto, bianco e nero che sottolinea le ombre e le luci di un'adolescenza anni'90. La protagonista, Virginie, cresce con noi, sperimenta, sogna, scoppia di felicità e muore di tristezza. C'è un po' di ognuno di noi in queste pagine, ci sono spaccati di vita così vicini alla realtà da sembrare fotografie di un tempo in cui non tutto era condiviso e condivisibile, di cui pochi scatti rimangono sepolti nelle scatole dei ricordi e dove il mistero era ancora parte della crescita e delle relazioni. Una narrazione che porta il lettore indietro nel tempo, tra un sorriso nostalgico e un po' di amara consapevolezza di ciò che non sarà più per le generazioni future.
Un viaggio nei ricordi.






"Gatti neri Cani bianchi. Reminiscenze parigine." di Vanna Vinci

Vanna Vinci ci conduce in un onirico viaggio tra le vie di Parigi.

Gilla è una bella ragazza italiana annoiata dalla quotidianità e dallo stile di vita del suo fidanzato e del suo gruppo di amici. Alla morte della nonna chiede alla madre di poter lasciare l'Italia per trasferirsi a Parigi. A rendere possibile il trasferimento interviene Cicci, amica di gioventù della madre, donna libera e forte, sessantottina eccentrica e acculturata. Accoglie Gilla come una figlia a cui lascia tutta la libertà di vivere la città, le amicizie, l'amore e i propri turbamenti senza interventi o forzature.



La permanenza parigina di Gilla si colora di apparizioni, sogni e stralci di passato che abitano il presente dando una luce diversa alle sue azioni e ai suoi pensieri. E' un viaggio molto particolare quello in cui l'autrice ci conduce.
I disegni e i colori utilizzati sono splendidi, Parigi è più reale che mai, Gilla è la rappresentazione di un momento di passaggio affrontato da ognuno d…

"Una ragazza come lei" di Marc Levy

Un palazzo a due passi da Central Park.
Otto piani collegati da un ascensore manovrato da Deepak, lift silenzioso e solerte.
Vite che si sfiorano senza mai incontrarsi veramente.
Rancori malcelati.
Segreti nascosti.
Tristezze e gioie serbati nei cuori.
Fino alla notte in cui tutto cambia.
Un incidente imprevisto blocca l'accesso notturno all'ascensore
ma Deepak è ben deciso a non lasciare che questo si fermi per sempre,
ha una missione e un record da superare.

Non aggiungerò altro alla trama di questo libro.
Una piacevole storia a lieto fine.
Originale e mai smielata.
Tenera ma piena di forza.



Perfetto per quei momenti in cui si desidera una lettura leggera che faccia un po' sognare✨




"La vita inizia quando trovi il libro giusto" Ali Berg & Michelle Kalus

Dopo una lettura coinvolgente e fortemente adrenalinica come Gli scomparsi di Chiardilunami sono regalata un piacevolissimo libro rosa condito dall'amore per la lettura e splendide citazioni.

La storia, scritta a quattro mani da due ragazze australiane (sono carinissime e sempre connesse con chi pubblica qualche contenuto legato al loro libro @aliandmichelle ) è ambientata a Richmond, in Australia e ha come protagoniste due amiche e la loro libreria. In particolare, l'attenzone è concentrata su Frankie, autrice di due romanzi ispirati a Jane Austen, ritiratasi dalle scene in seguito alla stroncatura del suo secondo libro. In cerca del vero amore, tramite una caccia al tesoro letteraria, dà vita ad un blog dove racconta come un'accurata selezione di letture a lei care, sparpagliate sui mezzi pubblici della città l'hanno portata ad appuntamenti più o meno tragicomici con uomini di tutti i tipi nei più disparati locali della città. Mentre il blog acquista sempre più visi…